Violo: “CNG disponibile a dare il proprio contributo per aiutare a mitigare i rischi idrogeologici”

Violo: “CNG disponibile a dare il proprio contributo per aiutare a mitigare i rischi idrogeologici”

Il Consiglio Nazionale Dei Geologi esprime il cordoglio alle famiglie per l’alluvione che ha colpito le Marche

 Roma, 16 settembre 2022_ “Siamo profondamente scossi per le notizie giunte dalle Marche e desideriamo esprimere il cordoglio di tutti i geologi nei confronti sia delle famiglie che delle popolazioni colpite dal nubifragio di questa notte” queste le parole del Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi (CNG) Arcangelo Francesco Violo sull’alluvione che ha colpito la Regione Marche.

“Dobbiamo continuare a lavorare in modo coordinato e multidisciplinare per mitigare i rischi idrogeologici: apprezziamo le parole del Ministro Giovannini (che ha parlato questa mattina a Radio Anch’io) che ha ricordato il recente stanziamento di 19 milioni di euro per la progettazione di interventi finalizzati a fronteggiare l’emergenza idrica e a rafforzare il sistema dei bacini idrografici.

“Tuttavia, serve non abbassare la guardia e proseguire con gli sforzi per la salvaguardia di ambiente e territorio – prosegue Violo – e per questo abbiamo scritto una lettera a tutte le forze politiche in vista dell’imminente consultazione elettorale con la speranza di richiamare l’attenzione verso una sostenibilità ambientale che non può essere tralasciata e che necessita di interventi improcrastinabili, da realizzare al di là del colore politico.

“Davanti a una tragedia immane che ha causato la perdita di tante vite, non è il momento di enfatizzare i costi del dissesto idrogeologico, ma mettere a disposizione la professionalità dei CNG per aiutare il Governo nelle scelte da intraprendere proprio in ottica di sostenibilità ambientale. Noi geologi siamo a disposizione per dare il nostro contributo” ha concluso Violo.

 Link video dichiarazione Presidente Arcangelo Francesco Violo: https://www.geologitv.net/video/alluvione-marche/

il Comunicato Stampa in pdf